torna all'Home Page
   
domenica 19 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa


Di Bella e Storace: purché se ne parli

Non pensavamo di doverci tornare ad occupare del dottor Di Bella. Tantomeno per ragioni non dettate da impreviste novità scientifiche ma, ancora una volta, conseguenti a polemiche politiche.
Non pensavamo neanche che a risollevare il caso, chiuso dai risultati negativi della sperimentazione del 1998, fosse il neo ministro della Salute Francesco Storace.

Ma vediamo i fatti. Tutto inizia con un’intervista a Tempo Medico dove il ministro sembra esprimersi a favore di una possibile risposta positiva alla richiesta pervenutagli da Giuseppe Di Bella (figlio dello scomparso Luigi) per inserire la somatostatina nella fascia A del prontuario. La polemica, con toni e argomenti sovrapponibili a quelli di sette anni fa, riprende.

Non pensiamo si debba commentare la vicenda più di tanto. Dobbiamo piuttosto chiederci il perché di questa uscita del neoministro.

L’unica risposta plausibile è che egli sia consapevole del poco tempo a sua disposizione per caratterizzare in qualche modo il suo mandato. In pochi giorni ha parlato di contratto dei medici, di liste d’attesa, di prezzo dei farmaci. In fondo tutte cose un po’ fredde per un’opinione pubblica che su quegli argomenti ne ha già sentite di tutti i colori. Ed ecco, allora, il rilancio di un tema di sicura presa. E infatti ne hanno scritto tutti i giornali e se ne è tornati a parlare anche a Porta a Porta.

Sulla multiterapia Di Bella la pensiamo esattamente come sette anni fa. La sperimentazione è purtroppo fallita. Non esistono risultanze cliniche sulla sua efficacia. Sarebbe antieconomico e non etico prescriverla a carico del Ssn. Pensavamo di non doverne parlare più, salvo impreviste novità scientifiche. Ne torniamo a parlare, ancora una volta, per questioni politiche.

Una conferma in più che questo non è un Paese molto serio.

Il Bisturi.it 11/05/2005
http://www.ilbisturi.it/story_1604.html
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy