torna all'Home Page
   
lunedì 11 dicembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa

Per una crisi respiratoria
Di Bella ricoverato d'urgenza

MODENA - "Il professor Luigi Di Bella è ricoverato all'ospedale Estense di Modena in condizioni gravi ma stazionarie. Il suo quadro clinico è in miglioramento, ma la prognosi rimane riservata". A parlare è Enrico Aimi, l'avvocato del professore, al centro delle polemiche per la sua cura contro il cancro.

"Sono stato io - ha spiegato - a chiamare il 118, lunedì mattina alle 4, quando il medico ha perso conoscenza. Il medico che lo ha in cura mi ha parlato di una fibra straordinaria vista l'immediata reazione ai trattamenti. Ora si alternano ad assisterlo i due figli, Giuseppe e Adolfo". Ad aggravare la situazione sarebbe stata un'infezione urinaria. I primi disturbi sabato mattina, "con forti dolori addominali che sono continuati nella giornata di domenica - prosegue Aimi - Ma nel pomeriggio Di Bella ha rifiutato il ricovero. La notte però, sono rimasto io ad assisterlo e, quando ho visto che la situazione poteva aggravarsi ulteriormente, ho preferito chiamare l'ambulanza".

Luigi Di Bella era già stato costretto al ricovero d'urgenza, nei mesi scorsi, all'ospedale Ramazzini di Carpi, in Provincia di Modena e un anno fa quando gli fu impiantato un pace-maker.

"Aveva avuto una crisi cardio-respiratoria - continua Aimi - ma poi si era ripreso. Prova ne è il fatto che, appena tornato a casa, era tornato ai suoi studi e a visitare i pazienti. Tutto normale, insomma - conclude il suo avvocato - fino alla crisi di sabato".

Il fisiologo modenese il prossimo 17 luglio compirà 91 anni. Il suo nome era diventato famoso per aver messo a punto una terapia anticancro a base di melatonina e somatostatina, mai riconosciuta dal ministero della Sanità.

Corriere Adriatico 29/05/2003
http://www.corriereadriaticonline.it/articolo.aspx?varget=58892
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy